(Finanza.com) Seduta altalenante per le quotazioni dell’oro. Dopo aver toccato un minimo a 1.533,2 dollari l’oncia, il future con consegna luglio sul metallo giallo quotato al Comex scambia in sostanziale parità a 1.548,6 dollari. I prezzi risultano penalizzati dal rafforzamento del dollaro che nel corso del pomeriggio ha spinto il cross con l’euro sotto quota 1,24, a 1,2355, il livello più basso dal luglio 2010. Attualmente il dollar index, l’indicatore che rileva le performance del biglietto verde nei confronti di un basket formato dalle maggiori valute, quota in rialzo di mezzo punto percentuale a 82,9 punti, il livello maggiore dal settembre 2010.