(Finanza.com) La Bank of Japan sostiene le quotazioni dell’oro. La decisione dell’istituto centrale nipponico di incrementare, per la quinta volta nel 2012, da 55 a 66 mila miliardi di yen il piano di acquisto asset sta sostenendo le quotazioni del metallo giallo che al Comex avanza dello 0,4% a 1.714,8 dollari l’oncia. Secondo i dati diffusi ieri dalla Commodity Futures Trading Commission, nella settimana al 23 ottobre le posizioni nette lunghe, quelle cioè rialziste, sull’oro deteute dai money manager sono scese di 11.900 contratti a 146.600.