È trascorsa appena una settimana dal giovedì in cui le borse hanno tentano il rimbalzo. In Italia i listini di piazza Affari hanno fatto registrare delle ottime performance, paragonate ai rendimenti del periodo precedente, soprattutto sul versate bancario.

Ricostruiamo i momenti salienti che in borsa hanno ridonato entusiasmo agli investitori. Le premesse della prima metà della settimana non erano buonissime visto che i listini avevano raggiunto le quote del 2009. Questi ribassi esagerati però facevano presagire un tentativo di rimbalzo delle borse.

E così è stato. Sulla scia del recupero delle borse asiatiche stimato prossimo al 3 per cento, le borse europee si sono date da fare e da Milano sono arrivati i risultati migliori. A metà mattina Piazza Affari era la prima in classifica: il Ftse Mib è salito del 3,3 per cento e l’Ibex del 3,2%. Si è accorciata anche la distanza tra il rendimento dei titoli di stato italiani e gli equivalenti tedeschi.

Lo spread, in pratica, è sceso sotto la soglia dei 270 punti, l’euro è cresciuto. Interessante anche il calo del prezzo dell’oro al di sotto della soglia dei 1.800 dollari l’oncia. Traguardo superato sulle borse asiatiche.