In periodo di crisi a salvare il comparto lavoro intervengono le aziende attive nel mondo del franchising. Si prevede l’impiego di circa 1600 persone nel 2012, anno in cui i nuovi punti vendita saranno circa 1200.I numeri del franchising fanno sperare in una ripresa del settore occupazionale, in virtù delle nuove dinamiche che caratterizzano il commercio contemporaneo. La previsione di miglioramento è stata elaborata da Confimprese.

All’interno di questa associazione, la metà degli associati si dedicano al franchising e nel 2012 si lanceranno in nuove attività con l’apertura di altri punti vendita. Nel 2010 i livelli occupazionali nel settore franchising sono aumentati del 3,3 per cento che in termini di risorse umane sono 5884 addetti.

Nel 2012 le stime sono anche maggiori. In un report pubblicato sulla versione elettronica di un quotidiano nazionale sono riportati i nomi delle società che intendono ampliare in business con altri punti vendita.

Tra esse figurano Compar Bata che aprirà circa 30 negozi in più impiegando 180 persone. 140 invece saranno in nuovi impiegati nei 35 punti vendita di Original Marines. Aperture anche per Thun, Ubik e Cdc.

Per quanto riguarda la categoria food, nuove aperture sono previste per Roadhouse, Fini Fast, Lindt e tanti altri.