Qualcuno di voi avrà letto la notizia che il governo Letta ha da poco approvato un decreto legge sulla cosiddetta voluntary disclosure” (ovvero sul rientro di capitali detenuti illegalmente all’estero). Il provvedimento secondo alcuni si rivelerà un flop – anch’io non sarei molto ottimista, nonostante le dichiarazioni di Attilio Befera, ma sarei ben lieto di essere smentito -, ma sull’argomento sembra scommetterci l’Agenzia delle Entrate, che nei prossimi tre anni vorrebbe assumere 1.100 funzionari solo a questo fine. Le assunzioni dovrebbero partire nel 2015 (in palio 400 posti di lavoro) e continuare nei due anni successivi (con l’inserimento di 250 figure per ciascuno dei due anni).

A quanto sembra queste nuove assunzioni non sarebbero state ancora approvate, mentre sarebbero ufficiali le assunzioni di 400 persone con la qualifica di dirigenti, la metà dovrebbero andare a funzionari di ruolo (devono possedere un minimo di otto anni di servizio).

Per ora però non c’è ancora alcun bando di concorso aperto. Per cui vi invito a visitare periodicamente la sezione del sito dell’Agenzia delle Entrate in cui vengono pubblicati i bandi.