(Finanza.com) L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico ha annunciato che l’inflazione nei Paesi membri a settembre ha registrato un incremento del 2,2%, dal 2,1% della precedente rilevazione. L’incremento è attribuibile alla crescita dei prezzi dei prodotti energetici, saliti del 5,1%. Il dato “core”, calcolato al netto di alimentari ed energetici, è passato dal +1,7 al +1,6%.