Ieri avevamo scritto che le aziende sopra i 200.000 euro di fatturato avrebbero dovuto accettare il Bancomat per i pagamenti dalla fine di marzo. Ci eravamo sbagliati perché tra gli emendamenti contenuti nel decreto legge Milleproroghe si da un anno e mezzo di tempo in più a commercianti e professionisti per installare i POS – ora c’è tempo fino a giugno 2015.

Fra le altre novità che contiene questo provvedimento c’è anche il rinvio della tassazione monstre – il 58,5% – sulle sigarette elettroniche. L’emendamento è stato chiesto dalla Lega e ha ovviamente ricevuto l’assenso del governo Letta. In realtà prima di mettere la parola fine alla questione è necessario trovare una nuova copertura per il mancato gettito previsto.

I soldi comunque non arriveranno dalla tassazione delle rendite finanziarie spot, ovvero quelle che vengono aperte e chiuse entro 48 ore, che secondo il Carroccio avrebbero dovuto subire un’aliquota del 27%. La misura – e non poteva essere altrimenti, è stata fermata da Forza Italia, ma ci sono dubbi anche nella maggioranza.

Nonostante il Quirinale, il provvedimento contiene tutto e il contrario di tutto. Si passa dalla mozzarella, alla depurazione dell’acqua in Puglia ed alla Sanità

photo credit: Simone Ramella via photopin cc