A volte fare il blogger su temi economici diventa una questione imbarazzante. Ieri sera ho scritto che l’obbligo di accettare il bancomat come mezzo di pagamento era slittato di diciotto mesi. Oggi mi sveglio e le carte in tavola sono cambiate…

Ricapitolo i fatti: ieri vengono approvati al Senato due emendamenti uguali che prevedono lo slittamento dell’obbligo a giugno 2015 “al fine di consentire alla platea degli interessati di adeguarsi all’obbligo di dotarsi di Pos“.

Poche ore dopo però, il sottosegretario ai rapporti con il Parlamento, Sabrina De Camillis, dichiara che il rinvio sarebbe stato solo di sei mesi. Per ora però di questa notizia non c’è traccia da nessuna parte, tranne che sul sito del Sole 24 Ore.

Secondo il quotidiano di Confindustria in serata la modifica indicata dalla De Camillis sarebbe già stata votata… Situazione estremamente confusa perché la proroga di sei mesi significherebbe che l‘obbligo di dotarsi di un bancomat per le aziende con più di 200.000 euro di fatturato slitterebbe a settembre, ma c’è chi parla di giugno… A questo punto lo slittamento sarebbe solo di tre mesi…

Insomma un gran casino…

photo credit: Patrick Denker via photopin cc