Il rendimento e l’affidabilità delle obbligazioni dipendono anche dal rating dell’emittente. E’ facile capire adesso che importanza hanno le valutazioni delle agenzie di rating. Entriamo nel dettaglio del sistema. Un cittadino che voglia investire i suoi risparmi nel mercato azionario, probabilmente avrà già adocchiato qualche buona obbligazione. Per sapere di cosa stiamo parlando e del funzionamento di questi titoli, vi rimandiamo ad altri due articoli dedicati ai suddetti argomenti.

Un’obbligazione è affidabile come investimento quanto più è ritenuto solvibile dal mercato l’ente o la società emittente. La sua solvibilità, in genere, è espressa dal rating che a sua volta prende in considerazione le strategie di lungo periodo di un’azienda o la solidità di un certo sistema-paese.

Per le obbligazioni, in genere, si tengono in considerazione i giudizi di Standard&Poor’s e Fitch.

Il cittadino che sta per investire dei soldi in questi prodotti deve anche valutare la variabile tempo, ovvero la duration del titolo in termini finanziari. Ovvero è bene considerare quanto verrà restituito dall’emittente il capitale e quanto durerà il rimborso degli interessi.

In questo caso le valutazioni devono inglobare uno sguardo su tassi di mercato, valore delle cedole e vita residua di un titolo. Esistono delle ottime formule per calcolare la bontà dell’investimento.