Siamo di fronte alla crisi economica più importante degli ultimi anni, in cui non solo l’Italia e la Grecia ma anche gli Stati Uniti stanno soffrendo molto il calo di produttività.Obama ha dovuto far fronte alle pressioni dei repubblicani nel Congresso. Sotto accusa sicuramente la strategia del Presidente americano per uscire dalla crisi ma la “stagnazione” degli USA è stata l’occasione per rimettere in discussione il suo mandato.

Adesso Obama, in un viaggio che compirà negli Stati Uniti occidentali, parlerà delle nuove proposte per il paese. Tre giorni in cui illustrerà alla nazione gli strumenti che dovrebbero rilanciare l’America nel mercato con un ruolo da protagonista.

Il pensiero, è chiaro, è alle elezioni presidenziali, dove Obama spera di strappare un altro mandato, ma tutte le proposte devono essere comunque votate dal Congresso. Tutta questa profusione per le riforme è dovuta al fatto che in America l’economia è ciò che conta.

Le prime indiscrezioni parlano di alcune norme da varare a favore dei proprietari di una  casa, al fine di rifinanziare i mutui. Proprio per questo la prima tappa dei discorsi di Obama sarà in Nevada in cui è in atto una crisi immobiliare.

Tra gli altri interventi anche una serie di prestiti studenteschi.