Inatteso balzo per le nuove richieste di sussidio di disoccupazione statunitensi. Il Dipartimento del Lavoro (DoL) ha annunciato che la scorsa settimana le nuove richieste di sussidio sono salite di 78 mila unità portandosi a 439 mila unità, il livello maggiore dell’ultimo anno e mezzo. Gli analisti avevano stimato un incremento più contenuto a 372 mila.

L’aumento, ha spiegato il DoL, è attribuibile alla crescita delle nuove richieste a causa del passaggio dell’uragano Sandy, che ha distrutto luoghi di lavoro, ha portato alla chiusura di uffici pubblici e interrotto le comunicazioni. Le autorità statunitensi hanno già fatto sapere che anche i prossimi due risultati potrebbero essere pesantemente influenzati da Sandy.

Alle 14:30 è arrivato anche il dato relativo l’andamento del manifatturiero nell’area di New York, salito da -6,16 punti a -5,2 punti, e quello relativo l’inflazione, che a ottobre ha messo a segno, in linea con le stime,  un +0,1% mensile e un +2,2% annuo.

Qualche minuto fa è stata invece la volta dell’indicatore che tasta il polso al manifatturiero preparato dalla Federal Reserve Bank di Philadelphia. Il Philly Fed a novembre è sceso da +5,7 a -10,7 punti, decisamente al di sotto dei +2 punti stimati dagli analisti.