Quando abbiamo dubbi su una carta di credito, la prima cosa da fare è verificare di quante cifre è composto il numero della carta di credito: se è una Visa o una Mastercard devono essere 16 cifre, se è una carta American Express devono essere 15, mentre si scende a 14 per le Diners Club. Un altro aspetto da considerare è il codice di sicurezza. Per quanto riguarda le carte Mastercard, Visa e Diners, il codice di sicurezza si trova sul retro della carta, in genere poco sopra lo spazio riservato alla firma del titolare, ed è composto da 3 cifre. Per le carte di credito American Express il discorso è diverso: il codice di sicurezza si trova sulla parte frontale della carta, sopra e a destra del numero in rilievo della carta di credito – ed è composta da 4 cifre.

Un altro mezzo per capire se il numero di carta di credito è falso è rappresentato dal confronto tra i numeri in rilievo e quelli stampati in piccolo sopra o sotto nella carte Mastercard e Visa. Questi gruppi di numeri devono coincidere. In caso contrario si può affermare con certezza che la carta sia falsa. Un’altra possibilità di confronto viene dall’esame dei caratteri speciali – MC per Mastercard e V per Visa – che le società emittenti applicano sulle loro carte. I falsari in genere utilizzano per le loro carte clonate dei font classici, mentre quelli originali sono in corsivo.

Se siete un esercente conviene anche confrontare il numero della carta con quello riportato sulla ricevuta di pagamento, perché a volte può capitare che vengano utilizzate carte regolarmente emesse a cui hanno poi modificato i dati nella banda magnetica. Un’ultima precauzione può essere rappresentata dal passare sotto una lampada a raggi ultravioletti le carte di credito: se è Mastercard dovrebbe comparire una lettera M e una C, se American Express si vedranno i caratteri AMEX, e con Visa comparirà una colomba.