(Finanza.com) “Esistono argomenti a favore di un mandato bancario per il fondo salva-Stati europeo”. Lo ha dichiarato l’esponente della Bce Ewald Nowotny, presidente della banca centrale austriaca, citato dalla stampa internazionale nell’ambito del dibattito sul possibile innalzamento della potenza di fuoco del meccanismo di stabilità in vista del possibile salvataggio di Paesi in crisi. Il tema resta caldo, nonostante le ripetute smentite di una prossima richiesta di aiuti internazionali da parte della Spagna: si teme infatti che la dotazione da 500 miliardi di euro dell’ESM possa non essere sufficiente in caso di richiesta di aiuto da parte di altri Paesi periferici contagiati dalla crisi del debito. Un mandato bancario concederebbe al fondo di salvataggio l’accesso diretto a prestito dalla Banca Centrale Europea. Nowotny ha sottolineato che il dibattito è in corso, ma che non è a conoscenza di specifici tavoli di discussione a riguardo nella Bce.