Il bollo auto è la tassa di circolazione che tutti i possessori di veicoli devono versare all’Erario, a meno di non possedere i requisiti per avere accesso alle esenzioni previste dalla normativa vigente. Requisiti che possono essere riferiti sia al veicolo che al proprietario dello stesso. Vediamoli in dettaglio.

Veicoli elettrici

Per i veicoli elettrici è prevista l’esenzione dal bollo auto, limitata però ai primi 5 anni dall’immatricolazione dell’auto, successivamente è comunque prevista un’agevolazione che consiste in uno sconto del 25% sull’importo dovuto.

Metano e GPL

Per i veicoli alimentati a metano o GPL è prevista una riduzione del 25% del bollo auto. Da precisare però che alcune Regioni hanno riservato alle auto alimentate a metano o GPL le stesse agevolazioni fiscali riservate ai veicoli elettrici.

Scuole guida

Per le auto destinate alla scuola guida è previsto il versamento del bollo solo sul 60% dell’imponibile.

Trasporti

Per veicoli destinati al trasporto di prodotti è prevista una riduzione del 50% sul bollo auto.

Forze dell’ordine

Sconti sono previsti anche per le auto in dotazione alle Forze Armate dello Stato, gli autocarri dei pompieri, i motoscafi destinati alla pesca marittima e le auto del Presidente della Repubblica o dei consolati o di coloro che svolgono azioni consolari.

Disabili

Esenti dal bollo auto coloro che risultano invalidi – sordomuti e non vedenti, persone con problemi motori e ridotta capacità di deambulazione, persone affette da problemi psichici e mentali – anche per le motocarrozzine, per le macchine elettriche e per i motocicli leggeri. L’esenzione spetta per motoveicoli ed autoveicoli con cilindrata fino a 2000 centimetri cubici se con motore a benzina e fino a 2800 centimetri cubici se alimentati a diesel, utilizzati da disabili o ceduti a soggetti familiari di cui gli stessi risultino a carico. Il tutto è valido per un solo veicolo.

Veicoli storici

Sono esenti dal bollo anche le auto di età pari o superiore a 30 anni.