Se anche i riflettori sono puntati sul Parlamento si cerca di capire come la riforma Monti possa incidere sul mercato finanziario. Ecco la situazione della nostra Borsa alla vigilia di Natale. Mario Monti, nella serata di ieri, ha portato al capo dello Stato per l’ultima firma il testo della manovra economica approvata dal Parlamento. Una riforma che nel giro di tre anni dovrebbe condurre l’Italia al pareggio di bilancio. Una riforma che sembra orientata alla tassazione e insiste su tre temi cardine: le pensioni, l’ICI e le tasse.

Come incide questa situazione sul nostro mercato finanziario? Le principali piazze europee aprono in rialzo l’ultima seduta di contrattazioni prima di Natale. A piazza Affari si nota il guadagno di circa un punto percentuale da parte del Ftse Mib e del Ftse It All Share.

Se la passano altrettanto bene il Cac40 di Parigi e il Dax 30 di Francoforte. Sul mercato asiatico, invece, resta chiusa la borso di Tokyo per le festività del periodo.

Peccato però che ci sia ancora molta tensione sui titoli di stato e lo spread viaggi ancora a livelli molto alti. Per i Btp decennali c’è un’altra accelerazione che porta il differenziale dai Bund tedeschi a quota 501,3 punti base. Il rendimtno è fermo al 6,91 per cento.