La NASpI è la nuova indennità di disoccupazione, che ha sostituito ASpI e mini ASpI dal primo maggio 2015. Dopo l’inoltro della domanda è possibile monitorare lo stato della richiesta sul sito dell’INPS. Qui a volte si legge la dicitura “domanda sospesa in attesa d’istruttoria”, ovvero la domanda non è stata ancora presa in carico dall’Istituto.

La propria pratica NASpI non si trova, dunque, in lavorazione. La dicitura, per quanto ambigua, non indica invece alcuna problematica ostativa nell’accettazione della domanda di indennità.

Generalmente la NASpI viene erogata entro un mese dalla domanda ma a volte, in caso di numerose richieste pervenute all’INPS, si può andare anche oltre i due mesi.

Tuttavia, nel caso in cui la propria domanda di NASpI rimanga sospesa in attesa di istruttoria per oltre due settimane è possibile sollecitare l’INPS chiamando il Contact Center al numero 803.164 o recandosi presso una delle sedi dell’Istituto presenti sul territorio.

In ogni caso, anche se la NASpI dovesse arrivare in ritardo, al lavoratore verranno pagati tutti gli arretrati a partire dal momento in cui ha maturato il diritto alla NASpI.