La Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego, NASpI, è stata istituita con l’art. 1 del decreto legislativo 4 marzo 2015 n. 22 e dal 1° maggio 2015 tale ammortizzatore sociale ha sostituito ASpI e mini ASpI con l’obiettivo di fornire una tutela di sostegno al reddito ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione.

La NASpI sostituisce, con riferimento agli eventi di cessazione dal lavoro verificatisi dal 1° maggio 2015, le indennità di disoccupazione ASpI e mini ASpI di cui all’art. 2 della legge n. 92 del 2012, la cui disciplina continua a trovare applicazione per gli eventi di cessazione involontaria dal lavoro verificatisi fino al 30 aprile 2015.

La NASpI viene erogata solo su esplicita richiesta dell’interessato, la domanda per il riconoscimento dell’indennità di disoccupazione NASpI deve essere presentata all’INPS entro il termine di decadenza di sessantotto giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro, esclusivamente in via telematica, attraverso uno dei seguenti canali:

  • WEB: servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto;
  • Contact Center integrato INPS – INAIL: n. 803164 gratuito da rete fissa oppure n. 06164164 da rete mobile;
  • Enti di Patronato: attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

Per inviare la richiesta di NASpI mediante il servizio online INPS bisogna accedere al portale dedicato alle domande per prestazioni a sostegno del reddito seguendo il percorso:

  • servizi per il cittadino;
  • invio domande di prestazioni a sostegno del reddito;
  • NASpI (la dicitura compare sulla barra di sinistra;
  • Indennità di NASpI.

Alla domanda va allegato il modulo SR163 “Richiesta di pagamento delle prestazioni a sostegno del reddito” (disponibile dal 15 aprile 2016 nella sezione Modulistica), necessario per la verifica dell’ IBAN. Può essere utile allegare anche il contratto di assunzione e la lettera di licenziamento.

A questo punto va compilata la domanda di disoccupazione NASpI con i dati anagrafici e lavorativi. La posizione contributiva del soggetto richiedente viene caricata automaticamente. Nella domanda va dichiarato inoltre il possesso del requisito delle 30 giornate di effettivo lavoro nei 12 mesi precedente e va indicato se si svolge attività lavorativa in forma autonoma con reddito compatibile al mantenimento dello stato di disoccupazione, pari a massimo 4.800 euro annui.

Va inoltre effettuata la scelta di applicare le detrazioni familiari sull’importo derivante dall’assegno di NASpI e dichiarare se si vogliono percepire gli assegni familiari.

Nella domanda di NASpI online è inoltre possibile fornire la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro.

Per maggiori informazioni consultare la pagina dedicata al servizio NASpI online sul sito INPS.