Dobbiamo ristrutturare il nostro immobile. Conviene sempre scegliere i mutui on line se non disponiamo dei soldi necessari per effettuare i lavori? Come capita quando si fanno delle scelte economiche bisogna sempre valutare attentamente i pro ed i contro.

Se non si ha bisogno di molti soldi potrebbe essere più conveniente preferire al mutuo un prestito personale. Questa scelta prevede sicuramente il pagamento di più interessi – i tassi dei prestiti personali sono in genere superiori a quelli dei mutui -, ma permette di evitare il pagamento della parcella ed evita il problema dell’iscrizione dell’ipoteca sull’immobile.

Questa scelta deve essere valutata con attenzione, soprattutto se si ha intenzione di vendere l’immobile che dobbiamo ristrutturare, perché potrebbe rendere più complicato il processo di alienazione della nostra casa. Da valutare la durata del mutuo e del prestito personale. Se si pensa di restituire il denaro in poco tempo si può pensare a periodi brevi per l’ammortamento – e in questo caso la scelta del prestito personale acquista diversi punti.

Giusto per fare qualche calcolo della serva una differenza di tasso di 300 punti – ovvero del 3% - per un prestito/mutuo di 10.000 euro comporta un maggior esborso – per chi sceglie il prestito personale – pari a 300 euro l’anno. Se lo spread sale al 5% e i soldi richiesti diventano 20.000, la maggior spesa per il prestito personale sale ad un migliaio di euro l’anno.