Premessa: Il  “Fondo di solidarietà dei mutui per l’acquisto della prima casa” è finanziato dal Tesoro (40 milioni, venti per ciascuno dei prossimi due anni) e gestito dalla CONSAP Spa, e si occupa di pagare gli interessi sui mutui contratti da famiglie che per diverse ragioni non riescono più a saldarne le rate.

Per poter usufruire di questa agevolazione è necessario rispettare una serie di requisiti indicati nel D.M. 37 del 22 Febbraio 2013 – per esempio non bisogna avere un immobile di lusso, il mutuo non deve superare i 250.000 euro, bisogna aver perso il lavoro… (tutte le informazioni in tema ed il modulo di richiesta di sospensione sono disponibili sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze). 

Secondo l’Abil, nei primi tre mesi di funzionamento del fondo hanno richiesto ed ottenuto il rinvio del pagamento 3.659 famiglie – per un controvalore di 356,3 milioni di euro di debito residuo. A loro bisogna aggiungere le 1.877 pratiche ancora in valutazione (180 milioni di debito residuo). Chi ottiene la sospensione delle rate dei mutui può godere di questo privilegio per un massimo di un anno e mezzo, e le relative rate sospese dovranno essere pagate alla fine del piano di ammortamento – come abbiamo detto il Fondo si occupa solo di pagare gli interessi al posto dei mutuatari.
photo credit: jDevaun via photopin cc