Compilare in modo errato il modello 770 oppure omettere alcuni dati, può comportare che vengano inflitte multe da parte del Fisco. Per tale motivo occorre prestare molta attenzione quando si tratta di compilare tali documenti e il consiglio, ovviamente, è quello di affidarsi a professionisti seri e preparati, in grado di farlo nel migliore dei modi.

Andiamo dunque a scoprire quali sono gli errori e le dimenticanze più comuni che provocano multe da parte del Fisco, quando si tratta di modello 770.

Multe modello 770: omessa presentazione

Le multe più onerose riguardano senz’altro il fatto di non aver presentato il modello 770. Chi volutamente o no non lo trasmette telematicamente secondo i termini prestabiliti, rischia infatti di essere pesantemente sanzionato nel momento in cui scattano i controlli. Le multe che fioccano vanno da 258 a 2.065 euro, a cui si aggiunge una sanzione che va dal 120 al 240 per cento dell’imposta che non è stata versata.

Multe modello 770: ritenute inferiori a quelle versate

Rischia di ricevere multe salate anche chi versa ritenute inferiori rispetto al debito effettivo nei confronti del Fisco. Se l’errore viene accertato successivamente, le ammende potrebbero avere un’entità che va dal 100 e fino al 200 per cento delle ritenute d’acconto che non sono state versate. La somma relativa alla multa inflitta è comunque sempre di un minimo di 258 euro.

Multe modello 770: mancata indicazione delle ritenute e del percipiente

Chi omette di indicare le ritenute, rischia di vedersi addebitare una sanzione che parte da una somma minima di 258 ad una massima di 2.065 euro. Nel caso in cui non venga invece indicato il percipiente, la sanzione è di 51 euro per ogni percipente che viene omesso.

Multe modello 770: mancata applicazione della ritenuta

Infine, si segnala che può essere soggetto a multe colui che omette l’applicazione della ritenuta. In questo caso la sanzione che viene inflitta è del 20 per cento della ritenuta d’acconto che non è stata applicata.