(Finanza.com) L’intervento del Governo si è reso necessario a seguito dell’impossibilità, comunicata da MPS, e di cui la Banca d’Italia ha preso atto, di ricorrere, per una parte dell’importo richiesto dall’EBA, a soluzioni private di rafforzamento del patrimonio a causa delle attuali condizioni di mercato altamente volatili.
L’ammontare mancante a Mps per il raggiungimento del livello del 9% di Core Tier 1 richiesto dall’Eba (entro il 30 giugno 2012) era inizialmente quantificato in 3,3 mld di euro. La Banca d’Italia, a seguito degli sviluppi intervenuti nel frattempo (perdita del quarto trimestre del 2011 ed evoluzione degli attivi a rischio) e delle azioni realizzate e in corso di realizzazione da parte della banca, ha valutato il fabbisogno patrimoniale da colmare stimato dalla banca MPS per raggiungere, entro le scadenze previste dall’EBA, il livello target di Core Tier 1 al 9%, comprensivo del buffer per rischio sovrano, rientrerebbe in un range tra 1,3 e 1,7 miliardi.