Riassunto delle puntate precedenti: il magnate indonesiano Erick Thohir ha offerto a Massimo Moratti 260 milioni di euro per comprare l’80% del capitale dell’Inter. Per il restante 20% sarebbe pronto ad investire un’altra ventina di miliardi. A questo pacco di soldi l’uomo d’affari asiatico aggiungerebbe altri duecento milioni: cento per ricapitalizzare la società – che solo nel bilancio 2012-2013 ha perso settanta milioni, e cento per rinforzare la squadra.

E un ritorno alla redditività per l’Inter nel breve-medio periodo infatti è tutt’altro che scontato. Massimo Moratti è presidente dell’Inter dal 1995, e da allora nessun bilancio della società nerazzurra si è chiuso in utile – con perdite complessive superiori al miliardo di euro. Per questo Erick Thohir vorrebbe avere la maggioranza per piazzare in tutti i posti chiave suoi manager, ma vorrebbe mantenere la presenza in società di Massimo Moratti per continuare ad avere all’interno della società le relazioni che la famiglia del petroliere ha sul territorio milanese. In alternativa potrebbe decidere di entrare in società con una quota del 20% per poi rilevare la società nel prossimo biennio.

Ma chi è Erick Thohir? Il magnate indonesiano ha 43 anni ed ha un impero mediatico con un fatturato di circa 25 miliardi di euro. La sua holding il Mahaka group, controlla giornali, diverse radio, tre televisioni gestite con il socio Anindya Bakrie, diversi siti di informazione online, riviste sportive e di lifestyle, società pubblicitarie ed altro ancora.

Suo padre Teddy è co-proprietario di Astra International, una multinazionale che opera nel settore dell’auto, e ha un fratello, che si chiama Boy, che controlla una banca d’investimento. In consorzio con altri investitori – come l’attore Will Smith e la moglie – ha acquistato una squadra NBA- i  Philadelphia 76ers. Insieme ad uno di loro – Jason Levien – ha anche acquistato una squadra di soccer Usa – il DC United.

photo credit: U.S. Embassy Jakarta, Indonesia via photopin cc