Finora sembrava che il governo di Angela Merkel si fosse emancipato dai rischi di contagio della crisi economica. Eppure nel momento in cui vacilla la Francia, anche la Germania non se la passa bene.La Germania perde colpi, la sua immagine sembra colpita dalla crisi che interessa l’Europa intera. Dopo la Grecia, anche l’Italia ha destato qualche preoccupazione. Ed ora vacilla anche la stabilità della Francia.

Lo spread fa paura a Sarkozy che lo vede aumentare a dismisura. E Angela Merkel? In questi giorni ha ricevuto una brutta notizia dall’agenzia di rating statunitense Moody’s.

La scure di Moody’s si è abbattuta sulle banche pubbliche regionali della Repubblica Federale tedesca composta di sedici stati. Il downgrade sembra essere stato accelerato dalle cattive condizioni degli istituti di credito tedeschi e dalla loro impossibilità di ricevere di nuovo degli aiuti statali. È stata infatti abolita la garanzia automatica degli aiuti pubblici.

Nel concreto è stata abbassato di tre punti il rating di sei banche (Bayern LB bavarese, Deutsche Hypothekenbank, Norddeutsche Landesbank, Bremer Landesbank Kreditanstalt Oldenburg e LBBW

La Helaba (Assia), la Landesbank della Saar  e la HSH Nordbank  sono state declassate di tre punti. Non è invece finita sotto la scure di Moody’s la Landesbank Berlin.