Mario Monti, in visita a Dubai, tira le somme del suo anno a Palazzo Chigi sottolineando che il suo Governo ha portato avanti riforme che hanno migliorato la situazione economica del Belpaese ed ora i conti pubblici sono in salute. In questo quadro Monti ha dichiarato che i capitali e gli investitori stranieri sono tornati in Italia. Il presidente del Consiglio, nel suo intervento alla Camera di Commercio del Paese emiratino, ha poi citato le recenti stime dell’Ocse, secondo cui le riforme dell’esecutivo avranno un impatto di 4 punti percentuali in dieci anni sulla crescita del Pil tricolore.

Il premier si è poi soffermato sulla situazione della zona euro, che oggi vive una giornata cruciale con l’Eurogruppo che si riunisce a Bruxelles per dare il via libera alla tranche da 13,5 miliardi di euro in favore della Grecia. A Dubai Mario Monti ha dichiarato, ripreso dalle principali agenzie di stampa, che l’Eurozona sta superando la crisi e che in Italia è stato evitato un disastro totale.
 
Le parole di Monti seguono l’accordo siglato ieri in Qatar tra il Fondo strategico della CDP e la Qatar Holding per la costituzione di una joint venture denominata “IQ Made in Italy Venture”. Il veicolo sarà dotato inizialmente di 300 milioni di euro e, nel corso dei primi 4 anni, crescerà fino a quota 2 miliardi di euro. La nuova jv investirà nelle società che operano in alcuni settori del made in Italy: alimentare e distribuzione alimentare, moda e lusso, arredamento e design, turismo, stile di vita e tempo libero.

Il viaggio di Monti nei Paesi del Golfo Persico terminerà oggi pomeriggio, quando il premier italiano si recherà ad Abu Dhabi. Prima è in programma l’incontro con il principe ereditari degli Emirati Arabi, Shaikh Mohamed Bin Zayed al Nahyan. Dopo Monti terrà un intervento presso la residenza del principe ereditario sulle opportunità d’investimento in Italia.