Italiani da esportazione in primo piano quest’oggi sulla stampa internazionale. Il premier Mario Monti apre l’edizione odierna del Wall Street Journal, mentre il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, è protagonista di un corposo articolo che il Financial Times dedica ai primi 100 giorni del nuovo vertice dell’Eurotower.

L’intervista di Monti è apparsa sul Wall Street Journal alla vigilia del viaggio che condurrà domani il premier in visita dal presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, e il giorno successivo dal segretario generale dell’Onu, Ban Ki Moon.

Dalle colonne del Wsj, Monti è tornato ad esprimere fiducia sulle azioni intraprese dall’Europa per fare fronte alla crisi del debito, ribadendo la convinzione che l’euro si sia dimostrata una valuta solida, capace nei prossimi anni di attirare nuovi Paesi nella sua orbita. Monti ha detto di ritenere che nei prossimi cinque anni, l’euro verrà adottato anche da altri Paesi. Monti si è dichiarato soddisfatto delle azioni con cui la Banca centrale europe ha offerto rifinanziamenti trimestrali a tassi contenuti, augurandosi però che la maggiore liquidità disponibile induca gli istituti bancari italiani ad acquistare ancora più Btp.

Un plauso alla Bce arriva anche dal Financial Times, che esalta in particolare l’operato del suo presidente Mario Draghi in occasione dei primi 100 giorni al vertice dell’Eurotower. Draghi – spiega il quotidiano londinese – ha contribuito ad evitare un credit crunch in Europa, e ha superato così l’iniziale scetticismo di Berlino.