La primavera è la stagione delle dichiarazioni dei redditi: entro il 31 marzo il proprio sostituto d’imposta (datori di lavoro ed enti previdenziali) è tenuto ad inviare la Certificazione Unica (CU) nella quale attesta i redditi percepiti nell’anno di imposta di riferimento. Dati necessari ai fini della dichiarazione dei redditi.

Nella CU vengono indicati infatti i dati fiscali relativi al reddito imponibile percepito, la tassazione applicata nelle buste paga o nella rata di pensione, nonché i dati previdenziali.

Dati anagrafici

Nella prima pagina della Certificazione Unica 2017 ci sono i dati anagrafici:

  • del sostituto d’imposta che ha erogato il reddito o il compenso;
  • del percettore delle somme, del quale vengono inoltre indicate eventuali “Categorie particolari”, “eventi eccezionali”, o “casi di esclusione dalla dichiarazione dei redditi precompilata.

Dati Fiscali

Nella sezione “Dati fiscali” vengono certificati:

  • le somme assoggettate a tassazione ordinaria;
  • i compensi con ritenuta a titolo d’imposta;
  • i compensi assoggettati ad imposta sostitutiva;
  • i compensi assoggettati a tassazione separata (arretrati di anni precedenti, indennità di fine rapporto di lavoro dipendente compresi acconti e anticipazioni erogati nell’anno;
  • gli oneri di cui si è tenuto conto e gli altri dati necessari ai fini dell’eventuale presentazione della dichiarazione dei redditi.

Nella parte relativa ai redditi sono indicati:

  • il totale dei redditi di lavoro dipendente (stipendi, mensilità aggiuntive, indennità, borse di studio, compensi derivanti da rapporti di collaborazione coordinata e continuativa anche se svolti occasionalmente o con “contratti a progetto”, trattamenti periodici corrisposti dai fondi pensione, compensi corrisposti ai soci di cooperative di produzione e lavoro, ecc.) e le date di eventuale inizio o cessazione dei rapporti di lavoro;
  • gli eventuali redditi da pensione.

Nella parte dedicata ai “redditi assimilati” sono indicati eventuali indennità, gettoni di presenza e altri compensi corrisposti dallo Stato, dalle Regioni, dalle Province e dai Comuni per l’esercizio di pubbliche funzioni.

Nella parte relativa alle ritenute viene indicato il totale delle ritenute d’acconto esposte al netto delle detrazioni e dell’eventuale credito d’imposta e l’ammontare dell’addizionale regionale all’IRPEF dovuta dal sostituito di imposta sul totale dei redditi di lavoro certificati. Vengono indicati sempre qui anche gli acconti già versati equelli da versare.

Nella parte denominata “Assistenza fiscale 730” vengono indicati i dati relativi alle operazioni di conguaglio effettuate a seguito dell’assistenza fiscale prestata dal sostituto, dal CAF-dipendenti o dal professionista abilitato a cui ci si è rivolti.

Oneri detraibili

Nella sezione “oneri detraibili” vengono indicati i codici e gli importi relativi agli oneri detraibili per cui spetta una detrazione dall’imposta lorda. Nella sezione “detrazioni e crediti” vengono indicate eventuali detrazioni a cui si ha diritto e eventuali bonus IRPEF in busta paga.

Previdenza complementare

Nella parte relativa alla previdenza complementare, trovano spazio eventuali versamenti di contributi e/o TFR del sostituto ha versato presso una forma di previdenza complementare o individuale, l’importo dei contributi e premi versato dal lavoratore e dal datore di lavoro alle forme pensionistiche complementari dedotti e non dedotti, il TFR destinato al Fondo, la data di iscrizione al fondo di previdenza complementare, i contributi di previdenza complementare lavoratori di prima occupazione, i contributi previdenza complementare per familiari a carico.

Dati previdenziali

Nella sezione dedicata ai dati previdenziali ed assistenziali vengono indicati i redditi pensionistici suddivisi per ente erogatore.

Lavoro autonomo e provvigioni

Nella nuova CU trovano spazio anche i redditi da lavoro autonomo, le provvigioni ed i “redditi diversi”.

Fonte: Agenzia delle Entrate.