Sul sito Equitalia è disponibile tutta la modulistica necessaria per pagare i debiti risultati dalla notifica di cartelle esattoriali, a rate o tramite compensazione, per sospendere la riscossione, per chiedere l’annullamento o ottenere un rimborso. L’Ente di riscossione mette inoltre a disposizione dei cittadini lo “Sportello amico”, un servizio di assistenza per la compilazione dei moduli, ma anche per capire come adempiere ai pagamenti se ci si trova in un momento di particolare difficoltà.

Rottamazione cartelle Equitalia

Il Decreto fiscale (DL n. 193/2016 convertito con modificazioni dalla Legge n. 225/2016) ha reso ufficiale l’addio ad Equitalia dal 2017 e la cosiddetta rottamazione delle cartelle Equitalia, ovvero la definizione agevolata degli avvisi e delle cartelle esattoriali ricevuti dai contribuenti fra il 2000 e il 2016. In sostanza i contribuenti interessati possono ottenere sconti sulle somme da pagare a Equitalia, pur pagando per intero la tassa dovuta per la quale si è ricevuta la cartella, ovvero deve essere pagato l’importo residuo delle somme inizialmente richieste nel caso in cui il debito fosse stato in parte già versato.

È possibile richiedere la rottamazione delle cartelle esattoriali fino al 31 marzo 2017 compilando, anche online, l’apposito modulo DA1 sulla definizione agevolata che si trova sul portale Equitalia:

  • allo sportello;
  • agli indirizzi di posta elettronica e PEC riportati nel modulo della dichiarazione e sul sito Equitalia.

Equitalia Servizi di riscossione comunicherà al contribuente entro il 31 maggio 2017 l’ammontare complessivo delle somme dovute e gli invierà i bollettini di pagamento.

Richiesta documenti

Sul sito Equitalia è inoltre disponibile il modulo per effettuare richiesta dei seguenti documenti allo sportello:

  • estratto della situazione debitoria;
  • estratto di ruolo degli atti;
  • copia relata di notifica degli atti;
  • dichiarazione sostitutiva di pagamento degli atti;
  • PIN per la consultazione di un atto depositato dall’Agente della Riscossione presso la Camera di Commercio (solo per imprese individuali, persone giuridiche,
  • professionisti iscritti in albi o elenchi).

È inoltre possibile richiedere di ricevere tali documenti ritirandoli presso lo sportello o via posta elettronica/PEC.

Richiesta di notifica a mezzo PEC

Con il modulo di richiesta di notifica a mezzo Posta Elettronica Certificata è possibile indicare il proprio indirizzo PEC, in maniera univoca ed esclusivamente riconducibile al richiedente titolare della casella di posta, presso il quale ricevere la notifica di eventuali atti della riscossione (cartelle di pagamento, avvisi di intimazione, preavviso di ipoteca, comunicazione di avvenuta iscrizione di ipoteca, comunicazione preventiva di fermo, comunicazione del fermo, ecc.). Non possono invece essere ricevuti nella casella PEC altri documenti non soggetti a notifica (es. estratti di ruolo, posizioni debitorie ecc.).

Rateizzazione

Nel caso in cui si intende presentare richiesta di rateazione del proprio debito fisale, la modulistica cambia a seconda del caso specifico. Sul sito Equitalia sono disponibili tutti i moduli necessari caso per caso:

  • R1 – Richiesta o proroga di rateizzazione ordinaria importi fino a 60.000 euro per tutti i soggetti;
  • R2 – Richiesta o proroga di rateizzazione ordinaria importi superiori a 60.000 euro per le persone fisiche e le ditte individuali in regime fiscale;
  • R3 – Richiesta o proroga di rateizzazione ordinaria per importi superiori a 60.000 euro per tutte le persone giuridiche (società, associazioni, enti) e le ditte individuali in contabilità ordinaria;
  • R4 – Richiesta o proroga di rateizzazione straordinaria (max 120 rate) – estensione di rateizzazione ordinaria in straordinaria – debiti di qualsiasi importo per le persone fisiche e le ditte individuali in regime fiscale semplificato;
  • R5 – Richiesta o proroga di rateizzazione straordinaria (max 120 rate) estensione di rateizzazione ordinaria in straordinaria debiti di qualsiasi importo per le persone giuridiche (società, associazioni, enti) e le ditte individuali in contabilità ordinaria;
  • Mandato per l’addebito continuativo delle rate del piano di rateizzazione – Modello Mandato SDD Equitalia Servizi di riscossione.

Sospensione della riscossione

La sospensione legale della riscossione può essere richiesta anche online compilando l’apposito modulo SL1, compilabile anche da web, e inviandolo via e-mail agli indirizzi indicati nel modello stesso. In alternativa è possibile presentare il modello SL1 – Sospensione legale della riscossione ad uno degli sportelli Equitalia presenti sul territorio, scaricandolo da internet o ritirandolo direttamente presso lo sportello.

Compensazioni

In caso di crediti con la Pubblica Amministrazione, certificati sul sito del MEF, è possibile portarli in compensazione per saldare i debiti con Equitalia utilizzando i seguenti moduli:

  • Avvertenze F24 accise, da utilizzare per pagare:
    • imposte sui redditi e ritenute alla fonte;
    • IVA;
    • ICI;
    • imposte sostitutive delle imposte sui redditi e dell’IVA;
    • IRAP;
    • addizionale regionale o comunale all’IRPEF;
    • contributi e premi INPS;
    • diritti camerali;
    • interessi in caso di pagamento rateale;
    • accise e versamenti di competenza dell’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato;
    • tutte le somme dovute (compresi interessi e sanzioni) in caso di liquidazione e controllo formale della dichiarazione, avviso di accertamento, atti di contestazione delle sanzioni, avviso di irrogazione sanzioni, accertamento con adesione (concordato), conciliazione giudiziale, ravvedimento;
  • F24 accise;
  • modello compensazione articolo 31 da utilizzare per la dichiarazione di avvenuta compensazione e/o richiesta di imputazione dei pagamenti ai sensi dell’articolo 31, comma 1 del decreto legge 31 maggio 2010 n. 78 (convertito con modificazioni dalla legge 30 luglio 2010 n. 122).

Rimborsi in conto fiscale

Per la modulistica relativa ai rimborsi in conto fiscale, Equitalia rimanda al sito dell’Agenzia delle Entrate.

Fermo amministrativo

In caso di fermo amministrativo, sul sito Equitalia sono disponibili i moduli necessari per presentare:

  • Istanza di sospensione del fermo a seguito del pagamento della prima rata del piano di rateizzazione;
  • Istanza di annullamento preavviso fermo bene strumentale;
  • Istanza di annullamento preavviso – cancellazione fermo bene ad uso persona diversamente abile.

Per tutta la modulistica vai al sito Equitalia – Sezione Modulistica.