Il Dipartimento delle Finanze con la circolare n. 2/DF ha cancellato i dubbi in merito a quale modello sia necessario compilare – ricordiamo che in un’altra circolare il Dipartimento delle Finanze ha specificato che il modello di dichiarazione della Tasi deve essere “unico” e cioè deve essere utilizzabile sull’intero territorio nazionale – se si è tenuti alla presentazione della dichiarazione Tasi per il 2015 – ricordiamo che il termine per la sua presentazione scade alla fine del mese di giugno. Ora è chiaro che non arriverà alcun modello di dichiarazione Tasi: visto che le informazioni necessarie al Comune per controllare e accertare se un soggetto deve pagare l’Imu o la Tasi sono sostanzialmente identiche, basterà presentare il modello di dichiarazione Imu – questo anche in un’ottica di semplificazione degli adempimenti dei contribuenti (e anche in vista della riforma della tassazione immobiliare locale).

Il Dipartimento ha provveduto anche a chiarire altri aspetti: per la stessa ottica di semplificazione, se a presentare la dichiarazione sarà un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sull’immobile, egli potrà usare la parte del modello di dichiarazione dedicata alle “Annotazioni” per precisare il titolo che lo porta a presentare la dichiarazione – perché è,  ad esempio, “locatario” -, e quindi il motivo per cui occupa l’immobile.

La circolare n. 2/DF/2015 precisa anche che l’obbligo di presentare la dichiarazione TASI si riduce a casi residuali, visto che il comune è già a conoscenza – ad esempio – delle informazioni relative agli immobili locati. Un altro aspetto che viene evidenziato è che il comune può adottare tutti gli strumenti di integrazione a sua disposizione – come le informazioni che si possono ottenere da altri tributi (come il prelievo sui rifiuti), o da soggetti diversi (possessori-locatari).

Il modello di dichiarazione Imu si può scaricare dal sito del Ministero dell’Economiaqui trovate le istruzioni per compilare la dichiarazione, o in alternativa si possono trovare siti che danno la possibilità di compilare il modello online e poi stamparlo.