Il modello Unico precompilato 2016 ha portato alcune novità e alcuni cambiamenti con sé. Tutto ciò era già stato annunciato nel corso dell’anno precedente grazie alla legge di stabilità approvata dal parlamento.

Le novità in merito al modello Unico precompilato 2016 riguardano una serie di situazioni che verranno qui di seguito elencate e spiegate nel dettaglio.

Detrazioni per chi effettua donazioni alle scuole

Noto anche come School Bonus, comporta un credito di imposta che ammonta al 65 per cento della somma totale donata nel 2015 per finanziare la realizzazione di nuove strutture scolastiche oppure per provvedere alla ristrutturazione e alla manutenzione di quelle già esistenti.

Novità bonus Irpef

Per i lavoratori dipendenti e assimilati che dichiarano redditi fino a 26 mila euro, il bonus Irpef passa da 640 a 960 euro.

Agevolazioni per redditi da brevetti

Il Patent Box introduce un regime di tassazione agevolata per tutti i redditi che provengono dai brevetti e dalle opere dell’ingegno e di cui si possiedono i relativi diritti. Chi ha presentato istanza per vedersi riconoscere il brevetto oppure l’opera di ingegno può dunque usufruire della tassazione agevolata andando a compilare i relativi riquadri sul modulo della dichiarazione.

Nuovo regime forfettario

Il Modello Unico diventa il modello di cui possono servirsi i liberi professionisti che decidono di aderire al nuovo regime forfettario che ha introdotto la più recente legge di stabilità. Coloro che scelgono di farlo devono versare un’imposta sostitutiva all’Irpef e alle addizionali Irap e Irpef del 15 per cento.

Codici che identificano le dichiarazioni integrative

Nel Modello Unico precompilato 2016 è stato infine inserito un codice che permetterà di identificare immediatamente le dichiarazioni integrative.