Il modello RED deve essere presentato annualmente da tutti i pensionati che percepiscono prestazioni previdenziali e assistenziali integrative collegate al reddito. Tra i redditi da dichiarare vi sono anche quelli relativi agli immobili. In particolare ad essi è assegnata la Tipologia reddituale “B”.

Dunque la tipologia B1 indica la casa di abitazione, qui vanno indicati:

  • la rendita dell’abitazione principale (rivalutata del 5% e proporzionata alla percentuale di possesso e ai giorni di possesso);
  • le eventuali pertinenze dell’abitazione principale (rivalutate del 5% e proporzionata alla percentuale di possesso e ai giorni di possesso).

B2 indica invece altri Immobili (terreni e fabbricati):

  • redditi dei terreni detenuti a titolo di proprietà, enfiteusi, usufrutto:
    • reddito dominicale (indicato come imponibile IRPEF: rivalutazione del 80% e proporzionata alla percentuale di possesso e ai giorni di possesso);
    • reddito agricolo (indicato come imponibile IRPEF: rivalutazione del 70% e proporzionata alla percentuale di possesso e ai giorni di possesso);
  • redditi derivanti dal possesso di altri fabbricati diversi dalla casa di abitazione e relative pertinenze:
    • il reddito dei fabbricati deve essere indicato con le rivalutazioni e/o maggiorazioni previste ai fini IRPEF;
    • se il fabbricato è locato deve essere indicato l’imponibile IRPEF ovvero il valore più alto tra l’importo della locazione al netto degli abbattimenti fiscali e la rendita rivalutata (relativamente alla percentuale di possesso e i giorni di possesso).

In fase di compilazione del modello RED da riportare nei righi B1 e B2 del modello RED si ricavano dalla dichiarazione dei redditi. I pensionati che non presentano la dichiarazione dei redditi devono ricavare i redditi da inserire nell’eventuale rigo B1 o B2 del modello RED dalle visure catastali.