Il modello RED, o dichiarazione reddituale pensionati, deve essere presentato dai pensionati all’INPS ogni anno in caso di prestazioni previdenziali e assistenziali integrative collegate al reddito. In questo modo l’INPS è in grado di accertare il diritto e l’esatto importo della pensione, che viene ricalcolata dall’Istituto sulla base delle dichiarazioni, quindi comunicata al pensionato.

Documenti per la compilazione

I documenti necessari per la corretta compilazione del modello RED sono:

  • documento d’identità in corso di validità e tessera sanitaria;
  • delega, nel caso il titolare della pratica non possa presentarsi direttamente presso i nostri uffici e documento d’identità in corso di validità del soggetto delegato;
  • documento d’identità in corso di validità, tessera sanitaria e atto di nomina dell’eventuale tutore;
  • modello CU redditi 2015 relativo a redditi da lavoro dipendente, modello 730 o modello UNICO, certificazione pensioni estere (compresa AVS Svizzera), redditi da lavoro dipendente prestato all’estero;
  • redditi derivanti da lavoro autonomo (es: prestazioni occasionali, reddito professionale), assegni di mantenimento percepiti dall’ex coniuge, redditi esteri;
  • arretrati da lavoro dipendente (in Italia e all’estero), trattamenti di fine rapporto (liquidazione, buonuscita in Italia e all’estero);
  • rendite vitalizie a qualsiasi titolo percepite;
  • quote di pensione d’invalidità trattenute dal datore di lavoro (buste paga);
  • dati relativi ad interessi bancari, postali, BOT, CCT, o altri titoli anche se posseduti all’estero anche autocertificati;
  • visure catastali per gli immobili posseduti anche all’estero;
  • copia RED dell’anno precedente.

La stessa documentazione deve essere tenuta a portata di mano, in alcuni casi, per il coniuge e per gli altri familiari.

Il modello RED ed i documenti di supporto alla dichiarazione devono essere conservati per 10 anni.