A partire da oggi, 2 maggio 2017, e fino al prossimo 24 luglio 2017, i contribuenti possono consultare il proprio Modello 730 precompilato online, semplicemente accedendo alla sezione personale del sito dell’Agenzia delle Entrate. I contribuenti che dopo aver controllato la propria dichiarazione dei redditi online dovessero accettarla senza apportare modifiche, beneficeranno inoltre del vantaggio di non dover più essere costretti ad esibire documenti che giustifichino le somme portate in detrazione. Da quel momento in poi, infatti, accettato il Modello 730 precompilato, il Fisco non potrà più pretendere l’esibizione di alcunché.

E se le eventuali modifiche e integrazioni al Modello 730 precompilato sono possibili soltanto a partire da oggi, 2 maggio, i modelli sono in realtà consultabili già da circa due settimane. A partire dal 18 aprile, infatti, i contribuenti hanno potuto visionare la propria dichiarazione dei redditi senza però poter apportare alcun genere di modifiche.

Al momento si stima che almeno venti milioni di Modelli 730 precompilati siano pronti per essere inviati, con o senza modifiche/integrazioni. L’invio, però, sarà possibile soltanto a partire dal prossimo 11 maggio.

Modello 730 precompilato: tutti i numeri

Si tratta, in tutto, dei dati di circa 59 milioni e 700 cittadini, ossia di quasi tutti i residenti sul territorio italiano. Per quanto riguarda poi i singoli dati autocaricati, si stima che si tratti di oltre ottocento milioni di dati. Tra questi ultimi: 690 milioni di documenti fiscali relativi a spese sanitarie (in cui vengono compresi anche gli scontrini dei farmaci da banco); circa 94 milioni di dati che si riferiscono a premi assicurativi; oltre 7 milioni e 600 mila bonifici per ristrutturazioni, arredo e risparmio energetico relativi alla casa; oltre 8 milioni di interessi passivi su mutui; circa 5 milioni e 600 mila dati su ristrutturazioni condominiali e quasi 4 milioni e mezzo di dati che si riferiscono a contributi previdenziali.