Da oggi 2 maggio e fino al 24 luglio 2017 è possibile apportare eventuali integrazioni e modifiche al Modello 730 precompilato consultabile sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Una delle voci che interessa maggiormente, quando si tratta di Modello 730 precompilato, è senz’altro quella che riguarda le spese mediche da scaricare. Tutti, bene o male, hanno infatti spese di questo tipo che sono state affrontate nel corso dell’anno prima e che possono essere in parte recuperate proprio grazie alla dichiarazione dei redditi.

Come controllare le spese sanitarie sul Modello 730 precompilato

Per controllare ed eventualmente modificare e integrare le spese sanitarie presenti sul proprio modello /30 precompilato per la dichiarazione dei redditi basta accedere nella propria sezione personale del sito dell’Agenzia delle Entrate e poi cliccare su Visualizza i dati, grazie al quale si ottiene il dettaglio di tutte le spese sanitarie effettuate nel corso dell’anno 2016 che sono state registrate automaticamente.

A questo punto è poi possibile incrociare i dati presenti sul sito dell’Agenzia delle Entrate con quelli in proprio possesso e verificare se il titolo delle somme sia il medesimo. In caso di dati mancanti, è possibile procedere con un’integrazione degli stessi (le spese devono essere ovviamente documentate con scontrini e fatture). Nel caso in cui, invece, online siano indicate spese sanitarie per cui il contribuente non è più in possesso di scontrini, fatture o altri giustificativi, il contribuente stesso dovrà procedere con una modifica – al ribasso – della somma che dovrà percepire come rimborso.

Per il controllo, la modifica e l’eventuale integrazione del Modello 730 precompilato è sempre possibile rivolgersi ad un professionista, commercialista oppure Caf convenzionato.