La grande novità fiscale che ha visto coinvolti negli ultimi anni i contribuenti italiani è stata la dichiarazione dei redditi predisposta direttamente dall’Agenzia delle Entrate e più in particolare l’introduzione del modello 730 precompilato. Si tratta di una interessante semplificazione fiscale che prevede che, a partire dal 15 aprile, l’Agenzia delle Entrate metta a disposizione dei lavoratori dipendenti e dei pensionati il modello 730 precompilato sul sito internet istituzionale, nella propria area riservata.

Tra le novità 2017:

  • il ritorno della detassazione per i premi produttività, con tassazione al 10% applicabile ai dipendenti che guadagnano un massimo di 50mila euro l’anno. Il premio può arrivare a 2mila euro, che diventano 2mila 500 nelle imprese che prevedono il coinvolgimento paritetico dei lavoratori nell’organizzazione del lavoro. In caso di erogazione dei premi sotto forma di benefit aziendali questi sono esentasse;
  • gli incentivi per i lavoratori impatriati, ovvero per il rientro dei cervelli in Italia di lavoratori i quali, se in possesso di determinati requisiti, possono calcolare come imponibile solo il 70% del reddito prodotto;
  • il bonus mobili giovani coppie, che prevede una detrazione IRPEF al 50% per le coppie che acquistano una prima casa, anche conviventi da almeno tre anni, in cui almeno uno dei due abbia meno di 35 anni;
  • school bonus, che consiste in un credito d’imposta del 65% sulle erogazioni liberali in favore di istituti scolastici;
  • la detrazione al 19% sui canoni di leasing 2016 per l’acquisto di immobili da adibire a prima casa, riservata a contribuenti con reddito fino a 55mila euro e calcolata su un canone massimo di 8mila euro per gli under 35 e di 4mila euro per gli altri;
  • la proroga detrazioni ristrutturazione edilizia (detrazione IRPEF 50%) ed efficienza energetica (detrazione IRPEF 65%);
  • le detrazioni al 65% per le spese di acquisto, installazione e messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto di impianti di riscaldamento e climatizzazione.

Il termine per la presentazione del modello 730, precompilato o cartaceo, è il 23 luglio per chi procede autonomamente trasmettendolo direttamente all’Agenzia delle Entrate, oppure il 7 luglio per chi si rivolge a CAF o professionisti abilitati.

Ricordiamo che tra i vantaggi del modello 730 precompilato c’è quello di non subire controlli fiscali, né dover esibire le ricevute nel caso in cui la dichiarazione predisposta dal Fisco venga accettata senza modifiche.

Per scaricare il modello 730 ed avere ulteriori informazioni basta andare sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate.

Fonte: Agenzia delle Entrate.