Chi pagherà di più per la mini Imu sulla prima casa? Secondo la Cgia di Mestre i più tartassati saranno i proprietari di Milano (seguiti da quelli di Genova e Torino). Quanto? Per un’abitazione di categoria catastale A2 si parla di un versamento di circa 200 euro per Milano, contro i 158 di Genova e i 152 di Torino.
Se passiamo alla categoria catastale A3 (ovvero le abitazioni di tipo economico), si va dagli 87 euro di Milano, agli 84 di Siena e 83 di Genova. Le due categorie rappresentano il 70% delle abitazioni principali degli italiani.
Dei 48 capoluoghi di provincia che nell’anno passato hanno aumentato l’aliquota di base (lo 0,4%), e quindi hanno provocato il pagamento della mini Imu, ben 23 hanno deciso di alzare il tasso al livello massimo del sei per mille. Come Milano, Siena, Napoli, Caserta, Catania, Ancona, Messina, Perugia, Brescia, Alessandria.
segnala Giuseppe Bortolussi segretario della Cgia ”I proprietari hanno la percezione, anche a seguito del forte calo del valore economico registrato dagli immobili in questi ultimi anni, che la prima casa non costituisca più quel bene rifugio che da sempre ha caratterizzato la principale  modalità di risparmio di moltissime famiglie italiane. Per molti la casa è diventata addirittura un incubo, perché tra Imu, Tasi, Tares e maggiorazioni varie si è chiamati a pagare sempre di più senza avere nulla in cambio“.
photo credit: Anton Novoselov via photopin cc