(Finanza.com) Il Cda di Milano Assicurazioni ha deliberato di comunicare ad Unipol la propria disponibilità a procedere alla trattativa per la definizione dell’operazione di integrazione sulla base della proposta della stessa Unipol e, precisamente, sulla base di una partecipazione minima dei soci ordinari di minoranza di Milano Assicurazioni pari al 10,7% del capitale ordinario. Lo rende noto la società in un comunicato. Inoltre, il gruppo precisa che tale percentuale di contribuzione rappresenta un dato preliminare che dovrà essere definito in modo puntuale nel progetto di fusione e tenere conto del fatto che la ripartizione dell’incidenza delle azioni proprie in base alla loro provenienza non attribuisca una riduzione per gli attuali azionisti di minoranza della Milano Assicurazioni. Tale decisione si fonda sul presupposto essenziale che venga definito nel più breve tempo possibile il modo con cui verranno superate le sopravvenute incertezze concernenti l’esenzione dall’obbligo di Opa. Alla luce di quanto precede, il Consiglio ha dato mandato all’amministratore delegato di verificare con Premafin, FonSai e Unipol le modalità con cui procedere.