Per tre giorni il mondo dell’occhialeria si incontra a Milano. Domenica 11 marzo prende infatti il via la 42esima edizione della mostra internazionale di ottica, optometria e oftalmologia (Mido), il più importante appuntamento a livello internazionale dedicato al settore, che si svolge in Fieramilano Rho-Pero. Sei padiglioni, aree tematiche, spazi dedicati, più di mille espositori provenienti da oltre una quarantina di Paesi, rappresentativi di tutti e 5 i continenti, tutte le più grandi aziende del mondo, oltre a nuove piccole realtà produttive e espressioni rilevanti legate alla distribuzione organizzata. Sono questi i numeri salienti dell’edizione 2012.

 Come ogni anno i protagonisti assoluti sono tutti comparti del settore occhialeria: da quello delle lenti alla componentistica e montature per poi passare agli occhiali da sole e da vista. Mido, di anno in anno, cresce e assume sempre più la connotazione di salone multitasking. E’ business, moda, formazione, approfondimento, prodotto, indispensabile strumento di marketing, comunicazione e promozione.

Tra le novità dell’edizione 2012 il nuovo posizionamento in calendario: la kermesse si svolge infatti da domenica 11 a martedì 13 marzo. Una scelta nata per favorire da una parte i buyer stranieri che preferiscono concentrare le visite in fiera durante la settimana lavorativa, pur conservando la possibilità di potersi recare anche in parte del weekend e dall’altra, per agevolare anche la visita degli ottici italiani.

Anfao: i numeri del 2011 e i trend del 2012 dell’occhialeria italiana

Il settore italiano dell’occhialeria ha archiviato il 2011, che solo 12 mesi fa era visto come l’anno della stabilizzazione delle aspettative e della diminuzione dell’incertezza dopo la crisi precedente, in positivo, ma con prospettive ben diverse. Nell’ultimo trimestre dell’anno passato, infatti, la recessione è tornata nell’Eurozona e in Italia, anche nella Germania “locomotiva d’Europa” inizia a palesarsi la diminuzione di ordini e produzione. Il quadro internazionale è completato  da una sostanziale tenuta degli Stati Uniti e dagli emergenti che continuano a crescere seppur a tassi inferiori. In questo scenario la domanda globale ha iniziato a rallentare e il commercio mondiale, in primis l’export, ha cominciato a risentirne.

“La tendenza generale si riflette anche nel settore dell’occhialeria che deve bilanciare un mercato interno in stabile sofferenza con la necessità di dare alle esportazioni sempre più occasioni di crescita per neutralizzare la minaccia del rallentamento”, si legge nella nota dell’Anfao (associazione nazionale fabbricanti articoli ottici).

Nel dettaglio nel corso del 2011 la produzione dell’occhialeria italiana è stata di 2.650 milioni di euro, in aumento del 8,2% rispetto all’anno precedente. A incidere sulla crescita della produzione è stato l’andamento delle esportazioni che si sono mantenute costantemente in trend positivo a due cifre per tutta la prima parte dell’anno, a fronte di un mercato interno che è rimasto stabile nei valori.

L’Anfao ammette che rimane ancora difficile la situazione del mercato interno. “Nonostante le criticità siano state e siano ancora minori rispetto a altri settori dei beni durevoli, i consumi stentano a trovare una dimensione positiva rimanendo sostanzialmente stabili”, precisa l’associazione. Nel 2011 si è attestato a 1.006 milioni di euro (valori di sell-in) segnando il lievissimo incremento dello 0,4% rispetto al 2010.

E il nuovo anno non è iniziato bene: nel primo trimestre l’export sta crescendo a tassi inferiori e il mercato interno continua a essere stagnante.

GfK: per il mercato dell’ottica giro d’affari di oltre 15mld di euro in Europa nel 2011

 Secondo i dati forniti da GfK Retail and Technology Italia, il mercato dell’ottica, nei principali paesi europei (Italia, Spagna, Germania, Francia), ha terminato il 2011 con un giro d’affari di oltre 15 miliardi di euro e ha registrato una crescita dell’1,9% rispetto 2010. Un progresso sostenuto dalle performance positive della Germania e tra i prodotti con maggior crescita spiccano gli occhiali da sole e le montature.