(Finanza.com) “Condividere il debito ci riporterebbe al punto di partenza”, senza risolvere la crisi. Parola di Angela Merkel, intervenuta alla giornata dell’industria tedesca, in un intervento presso la Bdi, l’equivalente della nostra Confindustria. Secondo la cancelliera, che oggi incontra in questa stessa occasione il governatore della Bce Mario Draghi, molto è già stato fatto ma la crisi non è ancora stata superata, e “non esiste responsabilità senza controllo”. In passato, ha detto Merkel, la Germania ha “disatteso le promesse” all’interno dell’Ue, tra cui quella di diventare l’economia più dinamica entro la fine dello scorso decennio; ora ci sono ancora molti “compiti a casa” da portare a termine. “Collaboriamo con la Commissione Europea e la Bce per i prossimi passi che portino a maggiori legami reciproci in Europa”, ha sostenuto la cancelliera.
Quanto alla vigilanza bancaria nell’Ue, ha continuato il primo ministro tedesco, “deve procedere un passo dopo l’altro”, ma senza parlare di rifinanziamento diretto alle banche.