Oggi è la giornata dedicata alle donne…nei consigli di amministrazione. Ypo, associazione no profit che riunisce i giovani presidenti e amministratori delegati di realtà aziendali internazionali e, in particolare il Ypo Women International Network, ha lanciato oggi una giornata di incontri e riflessioni dedicata al tema della gender diversity, con particolare focus sulla partecipazione nei board.

“Sono molto felice e orgogliosa di testimoniare l’impegno di Ypo nella promozione della gender diversity nei consigli di amministrazione italiani”, sottolinea Theano Lianidou, amministratore delegato di Mars Italia e promotrice, come membro di Ypo, dell’iniziativa in Italia. “Molte ricerche a riguardo, indicano che una maggiore presenza delle donne nei cda non solo è ‘fair’, ma permette anche alle società di ottenere migliori risultati di business. Questo perché la presenza delle donne nei consigli di amministrazione assicura una migliore rappresentanza degli stakeholder e una maggiore ricchezza di visione. Mi auguro che questa iniziativa internazionale ‘12/12/12 – Women on Board’ contribuisca al raggiungimento dell’importante obiettivo che l’Italia si è prefissata di raggiungere entro il 2015 il 33% di donne quote rosa nei cda.”

Infatti, malgrado le donne rappresentino il 60% circa dei laureati, la percentuale di amministratrici delle maggiori società europee quotate in Borsa ammonta ad appena il 12% e solo nel 3% dei casi le donne sono presidenti dei consigli di amministrazione. non va meglio in Italia dove le donne dirigenti sono circa il 12% contro il 37% della Francia, il 35% del Regno Unito e il 21% di Spagna.

E negli Stati Uniti? Secondo le ultime stime del “2020 Women on Boards Gender Diversity Index of Fortune 1000 Companies” che monitora la gender diversity nei consigli di amministrazione delle public company Usa, le donne che siedono nei Consigli di amministrazione delle più grandi aziende americane, si attestano sul 15,6%, in aumento di un punto percentuale rispetto allo scorso anno. Ma sono le aziende più piccole (501-1000) ad aver registrato la crescita maggiore: dal 12,4% del 2011 (anno in cui il 2020 Index è stato introdotto) al 13,6% del 2012.

L’iniziativa si svolgerà in tutte le country, tra Europa e Usa, dove Ypo è presente.