Il mercato immobiliare italiano sembra proseguire il suo trend positivo di crescita. Secondo i dati diffusi dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, infatti, rispetto allo stesso periodo preso in considerazione l’anno scorso, le compravendite sono salite del 17,3 per cento e del 20 per cento se si prende in considerazione soltanto il settore delle abitazioni. Tutti i dati diffusi si riferiscono ai primi tre mesi del 2016 e si sottolinea come nel settore abbiano avuto forse impulso le agevolazioni messe a disposizione dalla Legge di Stabilità.

I dati rilevati sono tutti in generale positivi: lo sono anche quelli relativi alle pertinenze (che fanno segnare un più 17,3 per cento), al settore commerciale (più 14,5 per cento), comparto produttivo (più 7 per cento) e settore terziario (più 1,3 per cento).

Ottimi dati giungono anche dalle singole città: Torino ha visto una crescita delle compravendite nel settore abitativo pari al 37,2 per cento; a Milano il dato ha fatto invece registrare un più 26 per cento mentre a Genova le stesse sono aumentate del 27,8 per cento. La crescita nel mercato immobiliare sembra essere stata più evidente nei capoluoghi (più 22,9 per cento) rispetto ai Comuni che invece non lo sono (dove invece la crescita è stata del più 19,4 per cento). Passando dalle percentuali ai numeri, le compravendite avvenute nei primi tre mesi del 2016 sono state in tutto 115.135. Da segnalare, anche, che il numero di compravendite è stato maggiore al Nord (più 24,1 per cento). Al Centro esse sono cresciute del 18,5 per cento mentre al Sud del 16 per cento.