A breve la partenza di www.trovaimmo.it, il nuovo portale immobiliare a vocazione europea che vuole diventare punto di riferimento di agenzie, imprese edili, costruttori e privati cittadini interessati alla compravendita di un immobile nel nostro Paese.

Nato dalla partnership tra la società italiana e la lussemburghese www.immotop.lu, che con la piattaforma www.immotop.eu lanciata all’inizio di ottobre mira a replicare su scala continentale i successi ottenuti in patria, Trovaimmo.it potrà assicurare visibilità ai propri annunci non solo in ambito nazionale ma anche, e soprattutto, europeo. Gli appartamenti in vendita nel nostro Paese, infatti, saranno presenti contemporaneamente sia sul nuovo portale italiano, sia sulla piattaforma europea della Immotop, che con www.trovaimmo.it darà ufficialmente il via alla prima importante partnership nell’ambito del più ambizioso progetto di sviluppo integrato di un mercato immobiliare europeo. Obiettivo che, in realtà, piace tanto agli investitori arabi, sempre più attratti dalle opportunità offerte dal settore nel Vecchio Continente: sembra che lo scorso mese una famiglia del Qatar, della quale il magazine lussemburghese Paperjam non specifica le generalità, abbia fatto un’offerta vincolante di 1,2 milioni di euro per l’acquisizione della Immotop. Un’operazione che gli advisor considerano già conclusa e che permetterebbe a Trovaimmo.it, un portale giovane fatto di giovani in uno dei momenti più neri del mercato delle abitazioni, di esordire in una posizione di forte vantaggio rispetto ai principali concorrenti italiani (Casa.it e Immobiliare.it su tutti).

La società fa sapere che il nuovo sito italiano di annunci metterà a disposizione di clienti e utenti tutta una serie di servizi innovativi quali un rapido e intuitivo pannello di controllo, spazi dedicati, prove gratuite del servizio fino a 5 mesi, la realizzazione gratuita di un sito internet per tutte le agenzie immobiliari e le imprese costruttrici e altre interessanti novità che a breve (tre settimane) saranno visibili online.

photo credit: Valentina_A via photopin cc