Il mercato immobiliare torna a crescere… Peccato che si tratti di quello europeo e non del nostro. Secondo uno studio della Deloitte, Austria e Germania nell’anno passato hanno visto crescere i prezzi delle proprie abitazioni del 7 e del 5% – rispettivamente. Ben diversa la dinamica italiana, dove invece nello stesso periodo comprare casa è costato in media il 5% in meno – sempre meglio della Spagna, dove i prezzi sono scesi del 13%.

Se invece andiamo a vedere i prezzi delle case nelle maggiori città, scopriamo che nella nostra capitale il prezzo medio è diminuito del 5% – ora siamo a 3.720 euro al metro quadro. Un po’ più la quotazione media di Milano con 3.790 euro al metro quadro. Niente a che vedere con Londra e Parigi: nel primo caso acquistare in centro costa in media 10.000 euro al metro quadro, mentre a Parigi si scende agli 8.140 euro al metro quadro. Le capitali più economiche sono invece Budapest, Lisbona e Varsavia con i loro prezzi medi rispettivamente di 1.140, 1.640 a 1.704 euro al metro quadro.

La possibilità di acquistare un immobile cambia di parecchio in Europa: ci vogliono in media 2,2 stipendi annui in Danimarca, e 8,5 nel Regno Unito. In Italia invece servono in media 7,3 anni di stipendio lordo per comprare una casa di circa 70 metri quadri. Il nostro paese mostra un livello di indebitamento pro-capite inferiore ad altri paesi dell’Europa occidentale: siamo a 7.100 euro.

photo credit: Simon Donini via photopin cc