Hai una casa da vendere e non sai come fare? E’ il momento di metterla sul mercato? Come devi muoverti per trovare dei compratori? Sono tante le domande che vi state facendo se avete un immobiliare da cedere. Per questo motivo abbiamo interpellato l’architetto Raffaele Romeo Arena di www.trovaimmo.it, che può darci una mano in questo difficile mondo del mattone.

“Senza dubbio stiamo attraversando un periodo di grave difficoltà economica, che come noto vede settori più colpiti rispetto ad altri.
La maglia nera purtroppo va sicuramente a quello immobiliare – spiega Raffaele – Secondo i dati Istat diffusi di recente, l’ultimo trimestre 2012 ha visto un calo del -23% sulle compravendite immobiliari.
Perciò mi trovo di fronte a proprietari e spesso anche agenti immobiliari, che mi pongono la domanda fatidica: “Ho un appartamento in vendita, come faccio a renderlo appetibile di fronte agli occhi di un potenziale cliente?”. Ci sono sicuramente dei punti chiave da tenere presenti” (foto by InfoPhoto).

1) Veicolo principale di comunicazione internet. Per gli appassionati della carta stampata, se proprio ci tenete, un annunci su qualche giornaletto di quelli storici, mettetelo pure. Ma credo che nel 2013 le ricerche di una nuova casa, avvengano quasi solo tramite internet. Quindi utilizzate al massimo tre portali immobiliari e indagate quali sono quelli meglio posizionati in riferimento alla vostra zona di vendita. Come lo trovate? semplice, se vendete una casa a Como in zona Borghi, fate una ricerca con chiave “appartamento in vendita a Como zona Borghi” e vedete quali sono i primi portali per posizione. Ovvio poi analizzate anche come sono presentati gli annunci: ci sono portali che nonostante le illustre posizioni, non hanno un ottimo ritorno dal punto di vista dell’interesse degli utenti.

2) Annunci ben confezionati. E come creo la pubblicità? ovviamente un ottima descrizione dell’immobile: mi raccomando dettagliata ponendo l’accento sulle peculiarità che differenziano il vostro appartamento da altri presenti in zona, come infissi basso emissivi, interni curati ecc. E non perdetevi in chiacchiere inutili: gli utenti che leggono, spesso si annoiano se vengono bombardati da notizie futili. E poi ottime foto: scordatevi quelle brutte scansioni di vecchie foto recuperato dal cassetto! Belle foto digitali, anche leggermente ritoccate se masticate un pò la materia, ma giusto per dare maggiore risalto ai colori.

3) L’appartamento deve essere impeccabile! Ora vi domanderete: che faccio ristrutturo un appartamento perchè lo devo vendere? Assolutamente no! Sia chiaro. Ma la stragrande maggioranza degli acquirenti hanno in bocca questa frase “Io pago, compro e non voglio metterci mano!” Quindi armatevi di Santa Pazienza, e controllate muri e soffitti: una stuccatina fatta bene, e poi alla fine una bella imbiancatura. E andrei anche ad utilizzare qualche colorino pastello, per personalizzare gli ambienti: mi affido al vostro buon gusto! Mi raccomando, cura profonda delle pareti, l’occhio degli acquirenti è clinico.

4) L’arredo interno. Se avete un arredamento trascurato, cercate di rinvigorirlo: tramite piccoli ritocchi dove vi sono delle sbeccature, impiego di materiali che ravvivano i colori ecc. E poi non dimenticate di utilizzare delle belle tende o tendoni: non fatevi imbambolare dalle solite stoffe con decori, rombi, intrecci. Osate! Osate con forme e colori; anche minimal, ma che siano da impatto. Ho visto appartamenti che hanno cambiato faccia con la sola sostituzione delle tende.

5) Ambienti puliti e anonimi. Credo che sia ovvio, ma non è sempre così: la casa deve essere sempre pulita ed in ordine: immaginate voi alla ricerca di una casa. Come desiderereste vi fosse presentata? Senza dubbio in ordine e pulita. Altrimenti scappate. E poi via ciò che personalizza l’appartamento: via i soprammobili dei vari ricordini dei viaggi, via i magnetini dal frigo, i poster, pupazzi e pupazzetti, e date un nuovo vigore alla casa. Come dire: “eccola, è vergine e aspetta di essere personalizzata da te che la stai comprando!”

Ecco, questi cinque punti, non sono certo estrapolati dal Vangelo: ma senza dubbio, danno una “dritta” su come preparare, o meglio settare l’appartamento che metterete in vendita.

In bocca al lupo e ricordate: le case si comprano e si vendono. Magari in questo periodo si impiega più tempo, ma si venderà!

photo credit: [ changó ] via photopin cc