Comprare casa anche in un mercato immobiliare con prezzi in discesa come l’attuale non è un’operazione semplice. Per questo abbiamo pensato di darvi qualche consiglio per ponderare bene le vostre scelte.

1. La prima cosa da sapere è quanto vale l’immobile che intendiamo acquistare (spesso il prezzo richiesto non coincide con il reale valore dell’abitazione). In fondo a questo post trovate tre siti che possono permettervi di rispondere a questa domanda.

2. Ottenere un buon prezzo finale è una questione di negoziazione. Gli sconti sul prezzo di partenza che si possono ottenere dipendono da una serie di variabili: da quanto tempo l’immobile è in vendita? Chi vende ha bisogno di vendere o no? L’agenzia immobiliare può fare da intermediario oppure no? Il proprietario vi è sembrato malleabile oppure no?

3. Caratteristiche dell’immobile. Alcune caratteristiche rendono un’abitazione più difficile da vendere – e quindi si possono ottenere maggiori sconti. Un esempio in questo senso è rappresentato da un appartamento che si trova ad un piano alto senza ascensore. Attenzione. Per lo stesso motivo questi immobili saranno anche più difficili da vendere.

4. Immobile con ascensore. La sua presenza rende più appetibili gli appartamenti dei piani superiori perché ritenuti più sicuri e aumenta le quotazioni di tutto il palazzo.

5. Stato di conservazione. Negli immobili più vecchi e da restaurare si possono ottenere sconti più importanti sul prezzo.

6Conoscere bene la città. Ovviamente le case in centro e nei quartieri più esclusivi sono sempre più cari. Alcune zone possono essere più a buon mercato di altre perché sono più rumorose o trafficate – o magari perché hanno una brutta reputazione (anche se nel frattempo le cose sono cambiate).

7. Pagamento in contanti. La possibilità di acquistare un appartamento senza ricorrere al mutuo può permettere di cogliere più velocemente le opportunità.

8. Numero di arie. Il fatto di avere luce in ore diverse del giorno influenza la quotazione. Allo stesso modo costeranno di meno gli appartamenti che per diversi motivi sono meno luminosi.

9. Piani bassi. La case poste al primo piano hanno in genere prezzi più bassi perché sono spesso meno luminose e più rumorose – e sempre considerate meno sicure.

10. Tenere conto di tutte le spese. Nella scelta dell’immobile da acquistare dobbiamo considerare tutti gli aspetti: riscaldamento centralizzato o autonomo, spese di condominio, e così via. Numero di vicini. Ricordatevi che spesso avere pochi vicini significa spese di condominio maggiori e viceversa.

Quotazioni Immobiliari
Agenzia delle Entrate
Borsino immobiliare
Mercato-immobiliare