Mercato europeo dell’auto di nuovo in calo.
La vendita di autovetture nei 27 Paesi Ue più quelli Efta ad agosto ha chiuso in calo del 4,9% a 686.957 vetture, contro le 722.458 registrate nello stesso mese dello scorso anno.
A luglio le vendite erano invece cresciute del 4,9% a 1.020.824 unità.
Stabile, secondo i dati Acea, il calo rilevato nel 2013: nei primi otto mesi dell’anno il mercato dell’auto ha registrato 8.144.714 nuove vetture (-5,2%), il volume più basso da 23 anni, mentre nei sette mesi il dato era risultato pari a 7.457.689 (-5,2%).

In linea con il trend del mercato continentale Fiat Group Automobiles: il gruppo italiano ad agosto ha immatricolato in Europa 35.839 nuove vetture, il 4,9% in meno rispetto alle 37.695 dello stesso mese 2012.
Nel mese di luglio, tuttavia, le vendite di Fiat erano scese dell’1,1% a 62.425 unità, mentre il mercato europeo aveva fatto segnare +4,9%.
Ritornando ai dati relativi ad agosto, la quota di mercato del gruppo Fiat in questo mese si è assestata al 5,2%, stesso dato di un anno fa, mentre a luglio era salita al 6,1% (6,5% a luglio 2012).
Per il gruppo i due cali consecutivi rilevati a luglio e agosto sono dovuti al “mercato italiano più sfavorevole rispetto a quello europeo (-6,6% in agosto e -1,6% in luglio)”, anche se “nonostante l’andamento del mercato complessivo abbia penalizzato soprattutto il segmento delle city car, in cui Fiat è particolarmente forte”, il marchio Fiat “ad agosto ha perso meno del mercato (-0,7%) e ha aumentato la sua quota di 0,1 punti percentuali, al 4%. In luglio invece è cresciuto del 2,6%. Nell’anno, 500 è stata la vettura più venduta del segmento A, alle sue spalle Panda: insieme hanno una quota del 27,1%”.