(Finanza.com) “Effettueremo la richiesta per la conversione delle frequenze Dvb-h per la tv sui telefonini nel momento in cui ci farà comodo”. Così Gina Nieri, consigliere di Mediaset, intervenuta a margine del dibattito “La libertà d’informazione nell’era digitale” tenuto oggi all’Università Iulm di Milano. La richiesta di usare per la tv le frequenze digitali, in virtù del recepimento da parte del governo italiano della direttiva Ue sulla neutralità tecnologica, può essere fatta entro il maggio 2016. Tempi lunghi che permettono a Mediaset di mantenersi la possibilità di partecipare alla gara per le frequenze analogiche (ex beauty contest). Convertendo immediatamente le frequenze Dvb-h Mediaset raggiungerebbe il limite di 5 multiplex che “vale solo ai fini della gara perchè non c’e’ un limite di frequenze fissato dall’Antitrust”, ha puntualizzato la Nieri.