Il mercato del lavoro in Italia deve subire una profonda trasformazione. Quello che ha fatto finora il governo tecnico era necessario, lo ha detto anche Christine Lagarde, ma bisogna intervenire adesso sui licenziamenti e trovare un modo per invogliare le aziende ad assumere. Cosa ne pensa a riguardo Marzano del Cnel?

Il direttore del FMI ha detto che l’Italia deve fare la riforma del mercato del lavoro ma anche il Cnel ha ribadito l’urgenza di una serie d’interventi. Per esempio nel corso di un’audizione alla Commissione Lavoro del Senato, è stato detto che bisogna potenziare il ddl sul mercato del lavoro.

Il presidente del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, Antonio Marzano, ha evidenziato che dai dati disponibili sono emerse delle criticità. Il problema sul fronte lavoro riguarda principalmente i giovani che hanno delle difficoltà ad essere inclusi nel ciclo produttivo e quindi nella società.

Per Marzano, allora, affrontare la crisi vuol dire mettere in campo strumenti che oltre all’austerità esprimano anche crescita, creino occupazione e riducano ai minimi termini un possibile scontro generazionale. In pratica occorre fare la riforma del mercato del lavoro e renderla compatibile con le riforme già introdotte nel settore previdenziale.

Il Cnel parla di documenti governativi ancora lacunosi che per esempio non parlano dell’occupazione femminile e non fanno chiarezza sulla nuova disciplina dei licenziamenti.