Il 24 gennaio non è solo la scadenza per il pagamento della mini Imu sulla prima casa. Entro tale data in alcuni comuni – come Roma – ci sarà da pagare quella maggiorazione Tares di 30 centesimi al metro quadrato – complessivamente si tratta di un miliardo di euro – che era stata prevista dal decreto Salva Italia pensato dal governo Monti.

Questo balzello dovrebbe sparire da questa anno per essere inglobato nella Tasi – una delle componenti della Iuc se vi ricordate… Secondo la Uil, questa ennesima tassa peserà in media per 24 euro a famiglia. Un esborso che inclusa la mini Imu, salirà a 57 euro.

Il balzello dovrebbe essere pagato con il modello F24. I comuni in cui bisogna pagare questa sorta di posticipo di mini Tares dovrebbero inviare tale modello a casa. Attenzione perché molti prestampati potrebbe recare la scadenza del 16 gennaio provocando un caso ulteriore…
photo credit: Yannick Carer via photopin cc