Dall’altra parte dell’Atlantico l’Italia continua a piacere, e parecchio. Secondo quanto emerge dal Summer Fancy Food, che chiude oggi a New York, il made in Italy spopola negli Stati Uniti: nel 2015 le aziende nostrane hanno ricavato in terra americana 3,96 miliardi di euro, rispetto ai 3,23 dell’anno precedente, lanciando l’Italia al quinto posto tra i paesi fornitori di prodotti agroalimentari degli Stati Uniti, con una percentuale del 3% sul totale, alle spalle dei contigui Canada (19%), Messico (17%), Cina (5%) e Francia (3%).

L’Italia, comunque, è saldamente al primo posto per prodotti quali vino, olio d’oliva, pasta e acque minerali e al terzo per prodotti da forno e salumi. In generale, nel settore agroalimentare e vinicolo le esportazioni sono cresciute di oltre il 22%. Il prodotto che genera più ricavi resta il vino, e per distacco: nel 2015 le aziende vinicole italiane hanno incassato in dollari l’equivalente di 1,527 miliardi di euro, con un incremento quasi del 20% rispetto al 2014 (1,275 miliardi di euro). Al secondo posto l’olio d’oliva, con revenue pari a 472 milioni di euro (+16,8%). In termini percentuali, a crescere maggiormente dal punto di vista delle esportazioni sono state le acque minerali e bevande analcoliche (+46,4%), seguite dal caffé (+41,8%). La tendenza, peraltro, sta proseguendo anche in questa prima metà di 2016, con un ulteriore incremento delle esportazioni agroalimentari pari al 5,8%.

Il Summer Fancy Food è il più grande evento commerciale dedicato alle specialità alimentari negli USA; organizzato al Javitz Center di New York, ha visto quest’anno la partecipazione 330 aziende produttrici di pasta, formaggi, olio d’oliva, salumi e tanti altri prodotti “made in Italy” esposti sotto l’ombrello del segno distintivo “The Extraordinary Italian Taste”, che contraddistingue i prodotti “authentic Italian”. ”Il governo crede molto nel mercato Usa“, ha dichiarato Ivan Scalfarotto,  sottosegretario per lo Sviluppo Economico, “e per questo ha stanziato 50 milioni di dollari per promuovere i prodotti autentici attraverso il programma Extraordinary Italian Taste realizzato dall’Agenzia Ice“. Per Chris Nemchek, vice presidente della Specialty food association, proprietario della fiera, “l’Italia si conferma il più grande espositore internazionale anche per l’edizione 2016 del Summer Fancy Food“.