Brunello Cucinelli, casa italiana del settore dei beni di lusso, ha deciso di entrare nel campo della creazione di “abiti da uomo anche su misura” con l’acquisizione del ramo d’azienda della sartoria d’Avenza.
L’operazione rientra in una serie di nuovi progetti che la maison italiana del lusso sta portando avanti negli ultimi tempi, compresa l’inaugurazione a Solomeo della “Scuola dei Mestieri”, che da ottobre ospiterà corsi di tecniche artigianali.

L’accordo di massima raggiunto prevede l’acquisto, dalla d’Avenza Fashion Spa, di un ramo d’azienda specializzata nella confezione di abiti per uomo e su misura che attualmente impiega 56 addetti, oltre che del complesso immobiliare sito nel Comune di Carrara, ad Avenza, dove il ramo d’azienda svolge tale attività. Resta fuori dalla trattativa, tuttavia, l’acquisto del marchio “d’Avenza”.

Il contratto, come riferito dalle parti, dovrà perfezionarsi entro gli inizi del 2014 e per un importo non superiore a 3,5 milioni di euro e le due società.
Le due società, infatti, hanno pattuito i punti essenziali dell’operazione attraverso una lettera d’intenti, nella quale si riconosce al gruppo Brunello Cucinelli “un’esclusiva nelle trattative fino al 31 gennaio 2014”.
Con questa nuova operazione, si legge in una nota del gruppo del lusso, “la società intende ampliare l’offerta ai clienti con un servizio di altissima sartorialità dedicato alla confezione di abiti maschili, anche su misura”.
Martedì scorso, inoltre, è stata anche inviata la comunicazione ai sindacati per l’avvio della procedura di consultazione con le organizzazioni dei lavoratori.